Compra questo titolo sottovalutato prima che lo facciano tutti gli altri

Il 2021 è stato un buon anno per le banche in generale, dato che il settore è in crescita, ad oggi, del 27% battendo lo S&P 500. Molto ha a che fare con le tendenze macro, come i fondi di stimolo del governo e un’economia in crescita, e molto ha anche a che a che fare con il fatto che molte banche erano così svalutate l’anno scorso durante la pandemia che non c’era altra possibilità se non risalire la china.

In questo mix, c’era una piccola banca che ha tranquillamente registrato forti rendimenti, ma che rimane al momento sottovalutata. Questa banca ha anche alcuni importanti catalizzatori che potrebbero spingerla ancora più in alto negli anni a venire. Ecco perché si potrebbe prendere in considerazione l’acquisto di azioni bancarie sottovalutate.

Una banca in movimento

New York Community Bancorp è la holding della New York Community Bank, che è la più grande banca thrift degli Stati Uniti con circa 57 miliardi di dollari di attività in gestione. Una banca thrift è anche conosciuta come una banca di risparmio e prestito in quanto offre risparmi e conti correnti per i singoli clienti, oltre a prestiti. Queste banche tipicamente non offrono prestiti e servizi alle imprese come fanno le banche commerciali.

La New York Community Bank ha 237 filiali in cinque stati – New York, New Jersey, Florida, Arizona e Ohio – con 128 filiali nella zona di New York City. Si è ramificata negli altri stati nel corso degli anni attraverso una serie di acquisizioni.

Ora sta crescendo ulteriormente per via dell’acquisizione della Flagstar Bancorp (NYSE:FBC), all’inizio di quest’anno, con sede nel Michigan. Flagstar porterà 27 miliardi di dollari in attività alla New York Community Bancorp insieme a circa 158 filiali in Michigan, Indiana, California, Wisconsin e Ohio. Flagstar è anche uno dei principali prestatori e gestori di mutui, fornendo prestiti attraverso una rete all’ingrosso di broker e 86 sedi al dettaglio in 28 stati.

Quando l’affare si chiuderà nel quarto trimestre, la società combinata avrà 85 miliardi di dollari in attività totali, e circa 400 filiali in nove stati con 86 uffici di prestito al dettaglio in 28 stati. Inoltre, accelererà la transizione della New York Community Bank verso una banca commerciale a servizio completo, come ha detto il presidente e amministratore delegato Thomas Cangemi in aprile: “La combinazione delle nostre due società permetterà a ciascuno di noi di continuare la nostra trasformazione in una banca commerciale a servizio completo, ampliando la nostra offerta di prodotti ed espandendo la nostra portata geografica senza sovrapposizione di filiali”.

Nella relazione sui guadagni del secondo trimestre, Cangemi ha detto che l’accordo ha “metriche finanziarie convincenti, tra cui l’accrescimento EPS a due cifre e l’immediata creazione di valore contabile tangibile”, insieme a una significativa crescita dei depositi e opportunità di prestito.

Nuova impresa di pagamento digitale

L’acquisizione di Flagstar è un catalizzatore importante per questa banca, che sta avendo un buon anno, con reddito al 32%, reddito netto al 48% e margine di interesse netto su 32 punti di base nell’anno del secondo trimestre dopo anno. Inoltre, il volume dei prestiti è aumentato del 4% rispetto all’anno precedente, e l’indice di efficienza era un basso 37% alla fine del Q2.

Ma un altro importante catalizzatore è una nuova impresa innovativa che sta lanciando con Figure Technologies per creare un processo di pagamento digitale sulla Provenance Blockchain, che è progettato per l’industria dei servizi finanziari. Se i vostri occhi si abbassano alla menzione della blockchain, sappiate questo: New York Community Bancorp fungerà da intermediario finanziario, facilitando i pagamenti tra acquirenti e venditori delle azioni digitali di Figure attraverso il suo nuovo marcatore digitale, USDForward. È il primo marcatore digitale ad essere usato da una banca sulla Provenance Blockchain.

La banca prevede di andare avanti con ulteriori transazioni di marcatori e progetti futuri con Figure Technologies come parte della loro più ampia partnership strategica. “Questa è la prima di una serie di transazioni innovative che abbiamo intenzione di fare con la New York Community Bank”, ha detto Mike Cagney, CEO di Figure.